Logan è l’ultimo film della trilogia dedicata al canadese artigliato, l’ultimo film sul X-Man Wolverine e l’ultima volta che vedremo Hugh Jackman nei panni del personaggio e, anche, l’addio a Patrick Stewart nel ruolo del professore Charles Xavier.

Il saluto finale a questo grande personaggio che per 17 anni ci ha accompagnato sul grande schermo e dopo due film deludenti, finalmente, ha ottenuto giustizia con un degno epilogo.

Logan è un grande addio, un addio che sapevamo tutti sarebbe arrivato ma non per questo fa meno male al cuore. Un film struggente, maturo e duro come la vita. Una vita di sofferenza, sacrifici e sconfitte, e con il solo istinto di sopravvivenza a dominare.

Il regista e sceneggiatore James Mangold mostra una parte di Wolverine inedita: quella umana. Abbiamo visto Logan come animale, come arma e come supereroe ma mai come in questo film viene messo così a nudo, al massimo dei suoi limiti fisici e mentali e in un mondo dove la razza mutante è in via d’estinzione e la fiamma della speranza si è ormai spenta da tempo.

Hugh Jackman non interpreta Wolverine, lui è Wolverine e in quest’ultimo capitolo della trilogia dà tutto il meglio di sé. Non più un assassino invincibile, ma un vecchio e malato che si è dovuto adattare al mondo e fare quello che può per tirare avanti. Straziante vedere Logan in quelle condizioni, ormai distrutto da migliaia di battaglie e dai suoi cento e passa anni di età.

Patrick Stewart ci regala un Charles Xavier ormai pensionato, non più una figura paterna ma un vecchio amico alla fine del suo viaggio. Nonostante la sua senilità, la sua saggezza e fiducia nelle persone e in un futuro migliore non è sparita. Non hai mai demorso in qualsiasi situazione e non lo farà nemmeno ora. Charles è anche la parte umoristica del film e i battibecchi con Logan sono fonte di grande ilarità.

Logan è il primo film drammatico di supereroi, maturo e commovente con personaggi memorabili e una trama non perfetta ma più che adatta a trascinare lo spettatore in una spirale di emozioni. Un viaggio di formazione infarcito di brutali e violenti scontri senza censura, per la prima volta un Wolverine dove il sangue corre a fiumi come avrebbe sempre dovuto essere.

Logan è il triste addio a uno dei personaggi più amati nel mondo dei fumetti e dei cinecomics. Wolverine ci saluta con un canto del cigno drammatico ed emozionante fino alla fine.


Filippo Giacometti