Dopo aver ottenuto un grande successo negli USA, giunge anche da noi l’atteso film Guardiani Della Galassia, il nuovo cinecomic della Marvel e anche il primo che si allontana dei tipici canoni da supereroi per narrarci le avventure del più sbandato quintetto mai esistito nell’universo.

Grazie a Joss Whedon, regista degli Avengers, la Marvel è riuscita a trovare la formula perfetta per creare blockbuster, mescolando nelle giuste dosi umorismo, azione e dramma. Guardiani della galassia continua su questo filone narrativo, tralasciando la trama che si rivela comunque valida anche se abbastanza banale a prevedibile, puntando tutto su quello che la Marvel sa fare meglio ovvero i personaggi. Il regista James Gunn punta tutto sulla personalità dei protagonisti, unici ed originali, spassosi e approfonditi quel che serve (al massimo ci sono i sequel) per farci capire il motivo delle loro azioni. Non esistono uguali a quel branco di balordi che si fanno chiamare “guardiani della galassia”, cinque idioti che nonostante le loro diversità e divergenze riescono a combattere fianco a fianco quando c’è ne bisogno (beh anche se Rocket non è proprio convinto). Per certi versi Guardiani Della Galassia si può definire un “Avengers nello spazio”, infatti le similitudini con la pellicola di Whedon sono diversi, la trama vede infatti  i personaggi principali che inizialmente non si sopportano a vicenda con ognuno un proprio background storico ma che alla fine uniscono le forze per combattere il cattivo di turno che pure stavolta minaccia di distruggere un pianeta con qualche antico oggetto celestiale.

Una sceneggiatura nella struttura simile,  pertanto solida e collaudata, nulla da criticare, perché alla fine la Marvel è riuscita a creare un universo che si spinge ancora di più oltre i limiti della realtà, assurdo, originale e pieno di vita. Una specie di realtà parallela con le storie che avvengono sulla Terra a cui comunque si ricollega in diversi modi, un universo inedito reso vivo non solo dai personaggi che lo popolano ma anche dal punto di vista visivo, dal design di navi, armi e città e alla colonna sonora anni 70′.

Insomma Guardiani Della Galassia si afferma come il miglior cinecomic della Marvel uscito fino ad ora riuscendo anche a superare l’adorato The Avengers . Non saranno certo i supereroi più amati e famosi e nemmeno tanto in regola nella galassia ma di sicuro sono quelli più originali e anche simpatici. Rimante come al solito fino alla fine dei titoli di coda per l’ultima scena, rimarrete sorpresi e anche un po’ perplessi.


Filippo Giacometti